Kanye West non arriva in classifica, Tidal non ha funzionato e ‘Pablo’ riattiva il download pirata

kanyeomg

The Life Of Pablo“, il settimo album in studio di Kanye West, non verrà certo ricordato per il suo contenuto.

Rispetto al precedente “Yeezus” è meno furioso, interessante, innovativo. Ma ha passerà alla storia come il disco che ha riattivato il concetto di ‘pirateria discografica’ che negli ultimi anni era crollata più del 70%.

Partiamo dall’inizio, dal verbo di Kanye che si traduce con ‘tweet’:

kanyesale

Leggi tutto…

L’economia fiduciaria arriva nel campo musicale con Sparkplug.

worli

Nella vita ‘normale’ se hai una stanza in più la metti su AirB&B, così anche quando sei in vacanza la tua casa frutta. Stessa cosa per gli spostamenti in auto, vedi BlaBlaCar.

Per la musica qualche tentativo è stato fatto con SplitGigs, ma in realtà non c’è modo di monetizzare realmente.

Almeno fino a quando non ho trovato Sparkplug.it!
Attenzione, non fatevi prendere da facili entusiasmi dati dall’estensione Italiana, il dominio è registrato dalla Digital Ocean di NYS da Charles Ridley.

Come funziona.

Leggi tutto…

12 lavori prima di diventare famosi, da Ligabue a Max Casacci a Marco Mengoni

marco-mengoni-adolescente

[Aggiornato alle 14:50: alla voce Luciano Ligabue]

Questa mattina mi ha colpito un Tweet di NME nel quale elencava 28 lavori noiosi che i musicisti facevano prima di diventare famosi.

Prendono i casi di David Bowie (ragazzo delle consegna per un macellaio), Noel Gallager (roadie degli Inspiral Carpets) e Debbie Harry (coniglietto di Playboy).

Incuriosito dalle radici professionali di alcuni miti mondiali, ho voluto replicare il concetto applicandolo agli artisti italiani.

Per adesso sono arrivato solo a 12 inserendo anche casi celebri come quello di Giusy Ferreri o Pierpaolo Capovilla, ai quali ho aggiunto quelli di Tiziano Ferro, Luca Carboni, Cesare Cremonini, Gianna Nannini, Vasco Rossi, Marco Mengoni, Max Casacci e Ninja dei Subsonica, Ligabue e Niccolò Fabi.

Leggi tutto…

Categorie:Libero

The Life Of Pablo ti porta in chiesa. Ma non come Hozier.

pablo

Caro Kanye West, sono finalmente riuscito ad ascoltare The Life Of Pablo e devo dire che, dopo avermi fatto tribolare per giorni tra Tidal e il nulla, il tuo album fa schifo. E gli do 5.3, come i tuoi debiti in milioni di dollari.
Mi dispiace davvero molto, ma mi è sembrato di passare 58 minuti a messa, in una chiesa battista, con tutti che inneggiavano all’amore, alla pace, allo stare insieme, hallelujah e così via. Kg e Kg di autotune hanno minato il mio udito. Mi piacciono i breaks, i random loops, amo il tuo flow, ma suvvia. Paga EquiUSA e torna con un Yeezus 2, almeno.

Ecco il traccia per traccia via twitter mio:

 

Trk1: “Ultralight Beam” è come entrare in una chiesa battista dove fanno trap soul gospel.
Trk2+3: “Father Stretch” è un passo indietro, prima di Yeezus, ma dopo l’energia elettrica/autotune
Trk 4: “Famous“, con Rihanna che interpreta Nina Simone, primo brano supergroove + randomloop
Trk: 5 “Feedback“. Ottimo Kanye, il migliore fin’ora, flow+beat. West come Pablo Escobar.
Trk 6: “Low Lights“. Adesso basta, troppi predicatori battisti, neanche Mahalia Jackson. Eccesso di Noia Gospel
Trk 7 “Highlights“. Dopo i predicatori, non si sopporta più l’autotune. N:O:I:A:, non pensavo.
Trk 8 “FreeStyle 4“. Archi di Goldfrapp (Human) è il brano zomby, ansy, tensy e horror. Mai prima di nanna
Trk 9: “I Love Kanye” è un treno di autoironia. Solo voce, ma ha più ritmo degli altri. I Love you Kanye!
Trk 10: “Waves“. Trance glit hip hop + R Kelly + ballatona. Brano inutile e anonimo. Pablo è moscio
Trk 11: “FML“, ode all’amore (For My Lady Kim Kardashian West) e ai propri eccessi (Fuck My Life). No genio di Yeez
Trk12 “Real Friends“. Pablo è già insopportabile, monotono, con groove ed eleganza, ma banale.
Trk 13: “Wolves” vale ascoltarla perché a 3:21 arriva il santo soul Frank Ocean. Basta. Ascoltate Salmo
Trk 14 “Silver Surfer Intermission” sono i messaggi lasciati da MaxB e French Fontana e Stica!!!???
Trk 15: “30 Hours” parte già meglio, niente Chiesa, niente messaggi, niente massaggi. E’ persino ballabile.
Trk 16: “No More Parties In LA” – è tra le migliori GRZ a Kendrick Lamar, ed è tutto. Molto funk.
Trk 17 “Facts” parte con i random loop (Father Children), sempre Trap music ricorda molto Yeezus.

Leggi tutto…

I siti musicali più influenti d’Italia: Dicembre 2015

siti-musicali

Ritornano le classifiche dei siti musicali più influenti d’Italia.

Ho introdotto alcune novità: la prima è l’ingresso in classifica di RadioMusik.it, che riesce a rimanere in classifica nonostante non abbia un account Twitter, dove infatti ha totalizzato 0 punti.
La seconda è l’utilizzo del dato TalkAbout di Facebook su base mensile (6 gennaio – 2 febbraio 2016) invece che settimanale.

Causa problemi tempistici, i dati TalkAbout di Metallus RadioMusik sono basati su stime.

Rispetto alle classifiche di Ottobre notiamo una leggera flessione di RockIt che, pur rimanendo al primo posto nella chart totale, passa da 75 a 72 punti, scendendo di uno scalino nelle classifiche di Visite sul sito e due in quella TalkAbout.

Balzo in avanti di MetalItalia dalla 5° alla 3° che fa perdere una posizione a OndaRock, adesso a pari merito con SentireAscoltare.

Impressionante la cavalcata di SpazioRock su Facebook che dai 77.503 fan di novembre è arrivato ai 130.00 di febbraio. Rimane comunque ancora troppo debole sulle visite sul sito ufficiale e su Twitter.

Ecco tutte le classifiche.

Leggi tutto…

Instagram per i musicisti: una brevissima guida, prometto.

instagram

Al momento di definire la galassia web e l’utilizzo che un musicista ne deve fare, arriva sempre il momento della domanda: “Ma Instagram, dici che devo utilizzarla?”.

Di solito la risposta è: “Non devi chiederti perché utilizzarla, ma COME utilizzarla!”.

PERCHE’ E’ IMPORTANTE.
Se Facebook è un vostro personalissimo reality show al quale i vostri amici e fan si connettono per curiosare sulla vostra vita (artistica), Instagram è il vero e proprio buco della serratura attraverso il quale vi possono spiare, anzi dovete far in modo che vi debbano spiare.
Se non puoi essere spiato non esisti.

E dovete far in modo di dare l’impressione di essere spiati, evitando di pubblicare esclusivamente foto e video nelle quali siete trionfanti, belli e irraggiungibili. Ogni tanto mostrate anche la parte più debole o ‘normale’.

Ma arriviamo ai punti.

Leggi tutto…

Fare un video nel 2016: perché, come + legalità. (Attenzione, nell’articolo è contenuta la parola COVER)

mtv youtube logo.pngYouTube è la MTV di questa generazione di musicisti, ed è obbligatoria la propria presenza sulla piattaforma.

Il grande dilemma che assale parte degli artisti è: come faccio a pubblicare video senza snaturare la mia arte e la mia musica? Ossia: posso farmi notare e diventare popolare pubblicando solo ed esclusivamente brani inediti?

Mi piacerebbe rispondere con un sì, ma realisticamente non posso.

Leggi tutto…